Dite a mia madre che non tornerò (Sally – De Andrè)

  Mia madre mi disse: -“non devi giocare con gli zingari nel bosco!”- Ma il bosco era scuro, l’erba già verde, lì venne Sally con un tamburello… dite a mia madre che non tornerò. Il tema del legame materno è fondamentale nella struttura identitaria di un maschio. La madre è attrazione (complesso edipico), rifugio, amore incondizionato, legame potente: nessuna donna amerà un uomo come la … Continua a leggere Dite a mia madre che non tornerò (Sally – De Andrè)

Per questo 2018 vorrei…

L’inizio di un nuovo anno segna, per molte persone, realizzare un elenco di propositi e progetti e l’aspettativa che questi si realizzino. Vorremmo che la vita andasse dove vogliamo, come vogliamo, ma non accade quasi mai. A volte gli avvenimenti sono più forti di noi e ci sentiamo come in una barca i cui teniamo ben saldo il timone ma il mare (tempestoso) cerca di … Continua a leggere Per questo 2018 vorrei…

Desiderio e Godimento

J. Lacan, psichiatra e filosofo francese (1901-1981) già alcuni decenni fa ha sottolineato la differenza tra desiderio e godimento. Le persone sono piene di desideri, di qualcosa che manca, di “vorrei”…, di “mi piacerebbe”… uomini e donne sono molto concentrati su ciò che vivono come mancanza piuttosto che sui doni che ricevono ogni giorno, regali come lo sono un sorriso, un tramonto, un abbraccio, una … Continua a leggere Desiderio e Godimento

Prendersi cura

Il “caregiver” è uno strumento essenziale per la sopravvivenza umana; alcune specie animali si prendono cura dei figli per il tempo strettamente necessario allo svezzamento, altre per tutta la vita. Il genere umano ha differenti modalità, in alcune popolazioni i bambini diventano adulti in fretta, mentre nella cultura occidentale si arriva piuttosto velocemente all’adolescenza e poi si fa davvero fatica ad uscirne. Recenti sondaggi evidenziano … Continua a leggere Prendersi cura

Fermate il mondo

“Fermate il mondo, voglio scendere!” È il titolo di un celebre film del 1970, del regista Cobelli, ma i più (maturi) ricorderanno il celebre spot del Cinar, con un Calindri seduto con un tavolino in mezzo al traffico di Roma. Se siamo sempre attivi ci sentiamo ok, se abbiamo molto da fare siamo degli uomini che meritano attenzione (like), se siamo bravi le persone ci … Continua a leggere Fermate il mondo

Arrogante con i più deboli

  “… L’imperativo è vincere, la sola regola è esser scaltro: niente scrupoli o rispetto verso i propri simili. Sono arroganti coi più deboli e zerbini coi potenti, fanno quel che vogliono si sappia in giro fanno spendono, spandono e sono quel che hanno. Vivono col timore di poter sembrare poveri quel che hanno ostentano, tutto il resto invidiano poi lo comprano, in costante escalation … Continua a leggere Arrogante con i più deboli

Padre di un figlio maschio

Essere padri è straordinariamente complicato. Se tuo figlio è un maschio proverai sensazioni ed avrai aspettative differenti rispetto ad una figlia femmina. Inevitabile. Sai che potrai giocare a palla con lui e fare la lotta, ti sentirai felice quando ti considererà un eroe e qualche anno dopo in difficoltà quando non avrà più bisogno di te: un giorno ti guarderà con gli occhi di un … Continua a leggere Padre di un figlio maschio