Luì… che maschio sei?!?

lui1

La straordinaria ascesa della coppia Luì e Sofì (me contro te) suggerisce qualche riflessione.

Alcuni numeri: canale youtube seguito da 4,6 (!) milioni di followers, film che ha sbancato al botteghino, un libro, figurine… sono stati anche premiati per il valore educativo dei contenuti che propongono…!?!

I fans sono le “trote” (trote?) … chi ha qualche anno più di loro ricorda un altro “trota” al quale forse si sono ispirati…

Luis, vero nome Luigi Calagna (dicembre 1992) propone un’immagine di un maschio piuttosto efebico, ingenuo e sorridente, un “uomo” completamente devirilizzato, un eterno (pre)adolescente, impacciato ed impaurito, vestito di felpa e sempre ben pettinato. Verrebbe da dire gay.

Ripropone, in qualche modo, un mix tra il “principe azzurro” ed il maschio “inconsistente”, completamente privo del “lato oscuro”, senza alcun istinto o forza interiore, aspetti che attirano inesorabilmente il mondo del femminile.

Il rischio (da parte di bambini e bambine) è di non saper riconoscere questa parte essenziale del maschile e di volerla poi rifiutare ritenendola sbagliata, socialmente inaccettabile.

Ma se non si scende a patti con le diverse ed arricchenti parti di noi si rischia che queste prendano il sopravvento, che esplodano in modo dirompente danneggiando il nostro equilibrio e chi ci sta accanto.

 

10 pensieri su “Luì… che maschio sei?!?

  1. A parte il discutere o meno il personaggio, giustamente ognuno fa i propri commenti, ma mi pare un tantino troppo stereotipata l’immagine: felpa, ben pettinato uguale gay. Ci son fior fiore di ragazzi gay con tanto di barba e tatuaggi che non hanno nulla di efebico. Ma siete sicuri voi maschi che degli uomini attiri il lato oscuro?

    Piace a 1 persona

    1. Concordo sul fatto di stare lontano dagli stereotipi, le preferenze affettive e sessuali di Luigi sono un suo fatto personale ed indiscutibile. Il lato oscuro, istintivo, “primitivo” appartiene al maschile dalla notte dei tempi. Omosessuali ed eterosessuali lo possono riconoscere, incontrare, oppure allontanare e zittire…

      "Mi piace"

      1. Jung parlava di archetipo dell’ombra, indipendentemente dal genere, ognuno di noi deve fare i conti con la propria parte inconscia, oscura. Ad es. non comprendo come la parte istintiva possa, essere prerogativa maschile. Comunque sono pareri, impressioni diversi. Buona giornata

        Piace a 1 persona

  2. Lui mi ricorda, anche se in vena più soft ovviamente, Sonny Shine della serie Happy, dove c’era questo showman per bambini a dir poco inquietante!
    Ho visto un paio di loro video, e la cosa brutta è che ad essere – malamente – per bambini non sono tanto gli argomenti (ho visto video simili in canali normali), ma il tono che usano! °_°

    Piace a 1 persona

  3. Sinceramente non conosco i ragazzi in questione e mi baso unicamente sulle tue parole.
    Dire che siccome è ben pettinato e sistemato =gay mi pare eccessivo, come scritto su da un’altra lettrice.
    E dire che un maschio buono e delicato, non fa capire alle bambine che esistono altri tipi di virilità, anche.
    Sono cresciuta con la Melevisione e ti posso assicurare che Tonio Cartonio era tutto tranne che virile, sicuramente poco mascolino eppure sono cresciuta ben sapendo come sono gli uomini e senza alcun tipo di illusione su come dovrebbero essere.
    Caso mai vorrei che gli uomini, e bada bene non sono tutti così ma alcuni che ho conosciuto si, delle volte abbandonassero il loro stereotipo modo di essere Uomo con la U maiuscola.

    Piace a 1 persona

    1. Concordo sul fatto di uscire dagli stereotipi di genere, un maschio più esprimere il prorpio sentire e la propria mascolinità come meglio crede e nessuno ha il diritto di giudicare. Un percorso in salita, invece, è il desiderio di uscire da stereotipi sessisti in cui il maschio è dominatore, cacciatore, virile solo se… la speranza è che ci sono molti maschi, e sono sempre di più, alla ricerca di nuove consapevolezze e modalità di esprimersi.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...