Alla ricerca della donna perduta

madre e figlio

Il rapporto dei maschi con le donne è notoriamente piuttosto complicato.

Quando sono bambini gli uomini conoscono quell’amore totalizzante ed incondizionato tipico delle madri: è un periodo magico, irripetibile, quando ti senti sempre al centro dell’attenzione… ti fa pensare che sarà per sempre così. Vorresti, in fondo, che lo fosse.

Ma le cose inevitabilmente cambiano e ti ritrovi, da grande, accanto ad una donna che spesso conosce altre priorità che non sia tu: i figli, il lavoro, la casa, disagi esistenziali…

Il mondo non gira (davvero più) attorno a te ed è probabile, possibile, sentire quell’angoscia da solitudine che percepivi quando eri bambino ed il buio era pieno di paure che altro non sono se non la proiezione dei mostri che ci abitano e con i quali siamo chiamati a convivere, a far pace.

Soltanto l’accettazione consapevole che la realtà è differente dalle nostre convinzioni, che esiste un “mondo” oltre ai nostri pensieri, ai desideri, che le persone non possono essere come noi le vogliamo, che la vita a volte scorre dimenticandoci di noi… solamente il sentirsi nulla può dare senso a quel disagio che molti maschi cercano di non ascoltare.

Non possiamo chiedere alle persone di essere diverse per farci felici, ma essere felici con le persone che abbiamo accanto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...